Servizi di aggiornamento e formazione professionale

Ratio Quotidiano

Gestione d'impresa

Decreto Rilancio: nuove agevolazioni per l'export

I finanziamenti concessi da SIMEST per lo sviluppo dell'export diventano più vantaggiosi con contributi a fondo perduto e senza garanzie.

Ammontano a 300 milioni i contributi a fondo perduto che SIMEST può erogare a favore delle imprese esportatrici per favorire lo sviluppo dell'export secondo varie modalità di investimento, in base alla L. 394/1981.
I finanziamenti agevolati per l'internazionalizzazione offerti da SIMEST possono essere ottenuti dalle imprese fino al 40% a fondo perduto. Lo ha deciso il Comitato Agevolazioni, istituito presso SIMEST e presieduto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI). È quindi possibile richiedere oltre al “consueto” finanziamento agevolato, fino al 40% del finanziamento a fondo perduto (20% per la misura Inserimento mercati esteri) con un importo massimo concedibile a fondo perduto di 100.000 euro. Quota che salirà fino al 50%, per un limite di 800.000 euro di aiuti complessivi per singola impresa, non appena arriverà il via libera della Commissione UE all'applicazione alla misura del "temporary framework" sugli aiuti di Stato.
Altra importante modifica in vigore fino a fine anno riguarda l'esenzione dalla presentazione delle garanzie da parte delle imprese richiedenti, che potranno ottenere i finanziamenti agevolati (a tasso agevolato nella misura del 10% del tasso di riferimento) in tempi più rapidi.
Sono attualmente 7 le misure di sostegno (finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto fino al 31.12.2020) al processo di internazionalizzazione delle imprese italiane, e riguardano spese e finalità diverse nonché hanno alcune limitazioni per la dimensione e tipologia di imprese. Ricordiamole brevemente:
patrimonializzazione: per le PMI esportatrici per aumentare il proprio livello di patrimonializzazione; non è legato a un progetto di investimento specifico bensì migliorare il livello di solidità patrimoniale di riferimento (“livello soglia”), costituito dal rapporto tra patrimonio netto ed attività immobilizzate nette ultimo bilancio approvato;
partecipare a fiere internazionali, mostre e missioni di sistema: per le PMI che realizzano un progetto organico di partecipazione a fiere ed eventi internazionali per un Paese extra UE;
inserimento mercati esteri: per le imprese che intendono investire in modo permanente con uffici, sedi commerciali, show-room, centri di assistenza in un Pease extra UE;
temporary export manager: per le società di capitali che intendono avvalersi della consulenza di un temporary manager per realizzare un piano di internazionalizzazione;
e-commerce: per le società di capitali che intendono realizzare o sviluppare una piattaforma e-commerce per l'export extra UE.
studi di fattibilità: per tutte le imprese che vogliono valutare l'opportunità di effettuare un investimento commerciale o produttivo in Paesi extra UE;
programmi di assistenza tecnica: per tutte le imprese che intendo realizzare un progetto di assistenza e formazione del personale impiegato nella sede all'estero in Paese extra UE.
Il tasso di finanziamento è pari al al 10% del tasso di riferimento UE, che a luglio 2020 è pari allo 0,85%. Il tasso della SIMEST è quindi pari allo 0,085% annuo, al quale sino al 31.12.2020 si aggiunge la richiesta in quota parte di contributo a fondo perduto.
Tutti gli incentivi suddetti quindi per il 2020 diventano una grande opportunità per le imprese esportatrici grazie al mix di agevolazioni e all'esenzione delle garanzie.
È altresì allo studio di SIMEST la possibilità di migliorare ancora di più le suddette misure con altri importanti modifiche: l'ampliamento anche alle grandi imprese delle misure riservate alle PMI e la possibilità di ampliare anche ai Paesi UE quanto ora riservato ai progetti extra UE. Attendiamo fiduciosi che tali modifiche possano trovare accoglimento per ampliare la platea delle aziende potenzialmente beneficiarie delle agevolazioni.

29/07/2020
Export
|
Decreto rilancio
|
Contributo fondo perduto
Fondazione Senza Frontiere - OnlusDona il tuo 5x1000 a Fondazione Senza Frontiere - Onlus