Servizi di aggiornamento e formazione professionale

Ratio Quotidiano

Imposte e tasse

Il fondo perduto minimo per tutte le imprese avviate nel 2019

Per sostenere gli operatori economici colpiti dall'emergenza Covid-19, il nuovo bonus e il rinvio di talune scadenze, anche relative ai versamenti verso l'agente della riscossione, con stralcio dei debiti fino a 5.000 euro.

Il primo intervento importante indicato all'art. 1 D.L. 22.03.2021, n. 41 consiste nel contributo a fondo perduto che spetta ai titolari di partita Iva, residenti o stabiliti sul territorio italiano, colpiti dalla pandemia, ad esclusione dei soggetti con attività cessata, dei soggetti con attività iniziata dopo l'entrata del decreto in commento, degli enti pubblici e degli intermediari finanziari e società di partecipazione.
L'aiuto è destinato, quindi, a imprese e professionisti con fatturato fino a 10 milioni di euro, che hanno registrato una perdita del 30%, mentre nelle precedenti versioni era fissata nella percentuale del 33% della media mensile del fatturato 2020 rispetto a quello del 2019; l'erogazione avviene tramite bonifico o, per scelta irrevocabile, con attribuzione di un credito d'imposta.
Il fondo perduto è determinato applicando, alla differenza tra l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2020 e l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2019, le 5 percentuali modulate dal 20% al 60% rispetto al fatturato realizzato.
Il contributo non è tassato ed è ottenibile attraverso la presentazione di un'istanza telematica all'Agenzia delle Entrate, con l'indicazione della sussistenza dei requisiti indicati, anche attraverso un intermediario abilitato, dal 30.03.2021 al 28.05.2021.
Il Decreto Sostegni ha previsto, inoltre, che il versamento delle rate da corrispondere nell'anno 2020 e quelle da corrispondere il 28.02, il 31.03, il 31.05 e il 31.07.2021 delle definizioni agevolate, di cui agli artt. 3 (Definizione agevolata dei carichi affidati all'agente della riscossione) e 5 (Definizione agevolata dei carichi affidati all'agente della riscossione a titolo di risorse proprie dell'Unione europea) D.L. 119/2018, all'art. 16-bis (carichi affidati agli agenti della riscossione per istituti agevolativi) D.L. 34/2019 e all'art. 1, cc. 190-193 L. 145/2018 (debiti per omesso versamento delle imposte sui redditi affidati alla riscossione) saranno considerati tempestivi se eseguiti entro il prossimo 31.07.2021, con riferimento a quelli relativi al 2020, ed entro il 30.11.2021, se riferibili ai versamenti dovuti fino a luglio 2021.
A tali versamenti si applicano le disposizioni indicate per la “rottamazione-ter”, di cui all'art. 3, c. 14-bis D.L. 119/2018, richiamate dall'art. 1, c. 198 L. 145/2018, ai sensi delle quali l'effetto di inefficacia delle citate definizioni per mancato tempestivo pagamento anche di una sola rata non si produce nei casi di tardività non superiore a 5 giorni; per effetto della sospensione, vengono prorogati i termini di decadenza e prescrizione relativamente ai carichi affidati all'agente della riscossione in detto periodo.
Infine, in presenza di operatori economici che hanno patito consistenti contrazioni di fatturato (volume d'affari), è prevista la possibilità di definire in via agevolata le somme dovute a seguito di controllo automatizzato delle dichiarazioni riferite ai periodi di imposta 2017 e 2018.
L'intervento è destinato ai soggetti dotati di partita Iva che, alla data di entrata in vigore del provvedimento (23.03.2021), hanno subito una riduzione maggiore del 30% del volume di affari dell'anno 2020 rispetto al volume d'affari dell'anno precedente (2019) e si concretizza nell'abbattimento delle sanzioni e delle somme aggiuntive richieste con le comunicazioni di irregolarità, di cui agli artt. 36-bis D.P.R. 600/1973 e 54-bis D.P.R. 633/1972.
In caso di adesione è previsto il versamento secondo le ordinarie modalità di riscossione delle somme dovute in seguito ai controlli automatici e, in caso di pagamento, in parte o totale di quanto dovuto, alle prescritte scadenze, la definizione non produce effetti, applicandosi le ordinarie disposizioni in materia di sanzioni e riscossione.

02/04/2021
Fondo perduto
|
Definizione agevolata
|
Contributo fondo perduto
|
Decreto Sostegni
Per approfondire tutte le notizie di questo servizio:
Fondazione Senza Frontiere - OnlusDona il tuo 5x1000 a Fondazione Senza Frontiere - Onlus