Servizi di aggiornamento e formazione professionale

Ratio Quotidiano

Lavoro

L'incentivo “IO Lavoro”

Dal mese di novembre è possibile fruire della misura per le assunzioni e trasformazioni avvenute tra il 1.01.2020 e il 31.12.2020.

Tra le novità introdotte per i datori di lavoro in questo lungo e intenso 2020, non sono passate inosservate le innumerevoli agevolazioni previste in materia di collocamento. A partire dal mese di novembre, dopo l'intervento dell'Inps (circolare 26.10.2020, n. 124) è possibile fruire del cosiddetto “IncentivO Lavoro” (IO Lavoro); sono disponibili infatti le istruzioni operative per la sua fruizione.
Beneficiari - Possono beneficiare dell'esonero contributivo tutti i datori di lavoro privati, compreso chi non è imprenditori che assumono personale disoccupato. L'incentivo spetta nel caso di assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione) e con contratto di apprendistato professionalizzante di persone che rientrano nella definizione di “disoccupati”. È possibile fruire dell'incentivo anche in caso di trasformazione di un contratto a termine in un contratto a tempo indeterminato. L'assunzione può prevedere sia un orario a tempo pieno che part-time (in quest' ultimo caso l'importo dell'esonero verrà riproporzionato).
Esclusioni - Non è invece previsto il godimento dell'incentivo IO Lavoro per le assunzioni con i seguenti contratti:
- apprendistato per la qualifica e il diploma professionale;
- apprendistato di alta formazione e ricerca;
- lavoro intermittente;
- lavoro domestico.
Disoccupazione - I soggetti di età compresa tra i 16 e 24 anni per l'accesso al beneficio devono possedere lo status di disoccupato; i soggetti di età superiore ai 25 anni, oltre al requisito della disoccupazione, devono essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi. L'esonero contributivo ha valenza su tutto il territorio nazionale, senza alcuna distinzione, fino ad esaurimento delle risorse stanziate.
Importo - È stato stabilito un limite massimo di € 8.060 annui usufruibili da ciascun datore di lavoro per ogni lavoratore assunto, suddiviso in 12 quote mensili a partire dalla data di assunzione/trasformazione. Nel dettaglio, di fatto, la soglia massima mensile è fissata in € 671,66, mentre la soglia massima giornaliera corrisponde ad € 21,66.
Cumulo - Tra le caratteristiche che indentificano IO Lavoro, aggiungiamo anche la sua compatibilità con l'incentivo per l'assunzione di lavoratori percettori del reddito di cittadinanza (art. 8 D.L. 4/2019) e con l'esonero previsto per l'assunzione stabile di giovani fino ai 35 anni (art. 1, c. 100 della legge di Bilancio 2018, modificato dalla legge di Bilancio 2020).
Presentazione della domanda - Il datore di lavoro dovrà inviare all'Inps per via telematica un'istanza preliminare di ammissione, utilizzando l'apposito modulo disponibile all'interno dell'applicazione “Portale delle Agevolazioni” (ex DiResCo). Dopo la presentazione della domanda, spetterà all'Inps verificare il requisito della disoccupazione, calcolare l'importo dell'incentivo spettante e comunicare al datore di lavoro l'avvenuta prenotazione dell'importo a suo favore.

19/11/2020
Assunzione
|
Incentivo
|
Contratto di somministrazione
|
Nuova assunzione
|
Apprendista
|
Contratto a tempo indeterminato
|
Esonero contributivo
|
Disoccupato
|
Reddito di cittadinanza
Per approfondire tutte le notizie di questo servizio:
Fondazione Senza Frontiere - OnlusDona il tuo 5x1000 a Fondazione Senza Frontiere - Onlus