Servizi di aggiornamento e formazione professionale
Ratio Quotidiano

Lavoro

Nuove comunicazioni preventive per lavoro occasionale

E-mail all'Itl entro il 18.01 per le collaborazioni in essere e per quelle iniziate dal 21.12.2021 e già concluse. Le eccezioni previste (co.co.co, Libretto famiglia, ecc.)

  • La nota 11.01.2022, n. 29, dell'’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito istruzioni sul nuovo obbligo di comunicazione preventiva per le collaborazioni occasionali, introdotto dall’art. 13, D. L. 146/2021, che ha modificato l’art. 14, c. 1, D. Lgs. 81/2008.
  • Collaborazioni in essere - Per le collaborazioni iniziate dal 21.12.2021 e già concluse e per quelle in essere al 11.01.2022 (indipendentemente dalla data di inizio), i committenti hanno tempo fino al 18.01.2022
  • Nuove collaborazioni - Per le collaborazioni decorrenti dal 12.01.2022, la comunicazione deve avvenire nei termini ordinari, prima dell’avvio dell’attività.
  • E-mail - Alla nota è allegato l’elenco degli indirizzi e-mail di ogni Ispettorato territoriale ai fini della comunicazione (es. ITL.Roma.occasionali@ispettorato.gov.it).
  • Esclusioni - Restano esclusi dalla disciplina i seguenti rapporti, oltre a quelli di natura subordinata:
    • collaborazioni coordinate e continuative, comprese quelle etero-organizzate di cui all’art. 2, c. 1, D.Lgs. n. 81/2015, peraltro già oggetto di comunicazione preventiva ai sensi dell’art. 9-bis, D.L. n. 510/1996 (conv. da L. n. 608/1996);
    • rapporti instaurati ai sensi dell’art. 54-bis, D.L. n. 50/2017, conv. da L. n. 96/2017 (Libretto famiglia), rispetto ai quali già sono previsti specifici obblighi di comunicazione e gestione del rapporto;
    • professioni intellettuali in quanto oggetto della apposita disciplina contenuta negli artt. 2229 e seg. c.c. e in genere tutte le attività autonome esercitate in maniera abituale e assoggettate al regime Iva; se tuttavia l’attività effettivamente svolta non corrisponde a quella esercitata in regime Iva, rientrerà nell’ambito di applicazione della disciplina in esame;
    • rapporti di lavoro intermediati da piattaforma digitale, comprese le attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente di cui all'art. 67, c. 1, lett. l), del Tuir, rispetto ai quali la L. 233/2021, di conversione del D.L. n. 152/2021, ha introdotto una speciale disciplina degli obblighi di comunicazione, intervenendo sull’art. 9-bis, D.L. n. 510/1996 (conv. da L. n. 608/1996) e stabilendo, tra l’altro, che tale comunicazione sia effettuata dal committente entro il 20° giorno del mese successivo all'instaurazione del rapporto di lavoro.

12/01/2022
Committente
|
Professionista
|
Lavoro autonomo occasionale
|
Libretto Famiglia
Per approfondire tutte le notizie di questo servizio: