Servizi di aggiornamento e formazione professionale
Ratio Agricoltura

Trasparenza fiscale

TASSAZIONE S.R.L. AGRICOLE E OPZIONE PER TRASPARENZA FISCALE

L'art. 2 del D.L. 99/2004 prevede di definire “società agricola”, una società costituita con oggetto sociale l'esercizio esclusivo delle attività agricole, di cui all'art. 2135 C.C. e ragione sociale contenente l'indicazione di “società agricola”. Tutte le società che rispettano la previsione dell'art. 2 di cui sopra, indipendentemente dalla natura giuridica, possono qualificarsi come “agricole”. Escludendo le società semplici, per le quali il reddito è determinato per natura secondo le regole dei redditi fondiari, S.a.s., S.n.c., S.a.s. e e S.r.l. soggiacciono al reddito d'impresa determinando il reddito imponibile sulla base delle risultanze del conto economico, salva la facoltà di opzione per la determinazione del reddito su base fondiaria/catastale. Nel periodo di esercizio dell'opzione, i valori fiscali dell'attivo e del passivo devono essere comunque dichiarati, per i soggetti in contabilità ordinaria, nel quadro RS della dichiarazione dei redditi. La società agricola costituita sottoforma di S.r.l., che opta per la determinazione del reddito su base catastale, qualora dovesse aderire anche all'opzione per la trasparenza fiscale, ex art. 116 Tuir, il reddito della società - determinato catastalmente - verrebbe imputato direttamente ai soci; i soci medesimi potrebbero conseguentemente percepire gli utili civilistici (presumibilmente più alti rispetto al reddito catastale tassato) senza che gli stessi vengano ulteriormente assoggettati ad altri prelievi fiscali.

03/01/2020
Agricoltura
|
Imprenditore agricolo
|
Srl
|
Trasparenza fiscale
|
Attività agricola
|
Società semplice

Per approfondire tutte le notizie di questo servizio: