Il commento e la critica delle più importanti notizie del momento

 

Venditore a domicilio come opportunità di lavoro?

09/08/2019

  • La vendita a domicilio come “ultima spiaggia” alla quale guardare in attesa di trovare un’occupazione diversa? È un’immagine falsa. A rivelarlo un sondaggio condotto da Univendita, associazione di categoria del settore, su 750 incaricati rappresentativi delle aziende associate.
  • Il 59% degli incaricati dichiara di svolgere questo lavoro da più di 6 anni. Solitamente ci si avvicina alla vendita a domicilio poiché in precedenza c’è stato un contatto positivo con questo mondo: un suggerimento di un amico o familiare che fa questo lavoro (35,5% delle risposte), la proposta di un incaricato conosciuto durante un appuntamento di vendita (26,7%), la voglia di trasformarsi da clienti a venditori (10,3%).
  • Il 39% dei giovani under 25 ha scelto questo lavoro senza averne avuto prima una conoscenza diretta. Se si guarda, invece, agli over 55, c’è un dato che spicca: il 25% svolge questo lavoro da meno di 10 anni, prova evidente del ruolo anticiclico che la vendita a domicilio ha avuto, negli anni della crisi, per i cosiddetti “esodati”.
  • Fra le motivazioni che spingono a entrare nel mondo della vendita a domicilio, quelle economiche (disoccupazione o necessità di guadagnare di più) sono agli ultimi posti. Molto più forti sono la voglia di collaborare con un’azienda che si apprezza (20% delle risposte), la ricerca di autonomia (18,2%) e conciliazione famiglia-lavoro (17,5%), nonché la propensione ai rapporti umani (16,2%).