Sistema Ratio. Periodici e servizi di aggiornamento professionale.

Definizione agevolata atti accertamento 2018

Attenzione! Si è verificato un errore nell'aggiunta al carrello, riprova più tardi.
Attenzione! Prodotto già presente nel carrello.
Prodotto aggiunto al carrello correttamente.

Aggiornato con le indicazioni del Provvedimento del direttore dell’AdE Prot. n. 298724/2018.
L’art 2 del D.L. 119/2018 prevede la possibilità di definire in maniera agevolata gli atti del procedimento di accertamento.

In particolare:

Relativamente agli avvisi di accertamento, gli avvisi di rettifica e di liquidazione, gli atti di recupero, notificati entro il 24/10/2018, non impugnati e ancora impugnabili sempre al 24/10/2018, è possibile la definizione degli stessi con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23/11/2018 o, se più ampio, entro il termine per l’acquiescenza per gli atti per cui sia possibile effettuare l’acquiescenza stessa;

Relativamente agli inviti al contraddittorio di cui agli articoli 5, comma 1, lettera c), e 11, comma 1, lettera b-bis), del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, notificati entro il 24/10/2018, è possibile la definizione con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23/11/2018;

Relativamente agli accertamenti con adesione di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, sottoscritti entro il 24/10/2018, è possibile la definizione con il pagamento, entro il 13/11/2018 con il pagamento delle sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori.

La definizione si perfeziona con il versamento delle somme dovute in un’unica soluzione o della prima rata entro le scadenze proprie di ciascun atto.
Il versamento può essere effettuato con un massimo di 20 rate con il versamento degli interessi dovuti ex art. 8, c. 2, u.p., del Dlgs 218/97 (Art. 8 Dlgs 2018/97).

Gli interessi sono calcolati applicando il tasso del 3,5% come da articolo 6 del Decreto del 21/05/2009 - Min. Economia e Finanze (Articolo 6 Decreto).
È esclusa la compensazione prevista dall'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

L'applicazione consente di determinare gli importi dovuti ai fini della definizione e gli importi dovuti in caso di rateizzazione degli stessi.

L'utilizzo del programma è in modalità cloud: online con un qualsiasi browser, senza necessità di installazione, software di terze parti, ecc.
La licenza d'uso consente l'utilizzo del programma per un anno dalla data di acquisto.

Acquista Definizione agevolata atti accertamento 2018

Applicazione cloud
€ 30,50 (€ 25,00 + IVA 22%)
Pacchetto pace fiscale 2018
€ 73,20 (€ 60,00 + IVA 22%)